la settimana da Scritti

A San valentino parliamo di una travolgente storia d’amore.

Anna Folli presenta MoranteMoravia Neri Pozza editore

modera l’incontro Eugenio Murrali

Giovedì 14 febbraio ore 18:00 ingresso gratuito

Erano una coppia leggendaria. Li chiamavano MoranteMoravia, tutto attaccato, come se la loro fosse un’unica vita, come fossero parte di un binomio inscindibile. Eppure non potevano essere più diversi. Ironico, entusiasta, con una grande passione per la discussione e il dialogo, Alberto Moravia era un uomo lontano dal monumento letterario che i suoi contemporanei gli eressero sin dai primi esordi.
Giovane, timida e poverissima, Elsa Morante cercava di costruire l’immagine di una donna sicura, ma nascondeva una grande vulnerabilità affettiva, un bisogno estremo di continue conferme.
Di Moravia, la Morante s’innamora al primo incontro, nell’antica birreria Dreher accanto a Palazzo Colonna. Lui è l’enfant prodige della narrativa italiana, l’autore celebrato e insieme discusso degli Indifferenti, scritto a diciotto anni durante la convalescenza da una malattia terribile che gli aveva rubato l’infanzia. Lei, «un viso tondo con due grandi occhi dall’iride screziata, pieni di luce e ombre», vive dando ripetizioni agli studenti e compilando tesi di laurea, ma scrive anche racconti ai quali affida tutti i suoi sogni e le sue speranze. Sopra ogni cosa, vuole diventare scrittrice: la più grande di tutte.
Sia Elsa che Alberto vivono la letteratura come una fede religiosa. Entrambi la hanno scelta come passione totalizzante, come l’unico destino in cui riconoscersi, pur avendo un approccio alla scrittura del tutto opposto: razionale, quello di Moravia, incantato quello di Elsa.
Dalle fughe a Capri, dove i due scrittori vivono i momenti più spensierati del loro matrimonio, all’esilio ciociaro negli anni della guerra; dalla vita bohèmienne del dopoguerra fino alla consacrazione letteraria, Anna Folli ripercorre in queste pagine il tempestoso rapporto che per venticinque anni ha legato la più celebre coppia della scena letteraria italiana.
Una storia d’amore di struggente intensità, un sodalizio letterario segreto e indissolubile.

 

A causa di un improrogabile impegno dell’autrice, siamo costretti a dover posticipare l’incontro con Catena Fiorello.
Sia noi, sia l’autrice siamo molto dispiaciuti. A breve pubblicheremo la nuova data.

 

Catena Fiorello presenta  Tutte le volte che ho pianto Giunti Editore

Catena Fiorello è una scrittrice siciliana. Per Rizzoli sono usciti Casca il mondo, casca la terra nel 2011, Dacci oggi il nostro pane quotidiano nel 2013 e Un padre è un padre nel 2014; per Baldini & Castoldi Un amore fra le stelle nel 2017. Il suo romanzo L’amore a due passi (Giunti 2016) ha ottenuto un grande succes­so di pubblico, confermato da Picciridda (Giunti 2017), ormai un piccolo classico, che presto diventerà un film.

Nell’autunno tiepido di una Messina dalle spiagge ormai deserte, Flora corre ogni mattina sul bagnasciuga: il vento, il sole, la pioggia, le nuvole, il rumore del mare sono divenuti per lei compagni indispensabili. Una disciplina che le dona calma, adesso che, a quasi quarant’anni, sta cercando di riprendere le redini della sua vita. Il matrimonio con Antonio, sposato da giovanissima, è andato in frantumi dopo l’ennesimo tradimento di lui, sempre in cerca di nuove avventure che non approdano mai a nulla. Eppure Flora non riesce a dimenticarlo e vacilla ogni volta che lui torna a corteggiarla, alimentando le illusioni della figlia quindicenne Bianca. Ma la sua vita è già abbastanza complicata, con un bar da gestire e una madre anziana che non ha mai superato la morte del marito e, soprattutto, la perdita di Giovanna, la sorella maggiore di Flora: bellissima, indomabile e carismatica, uccisa a vent’anni in un tragico incidente. E adesso Flora trema vedendo che la figlia Bianca, per uno strano destino, coltiva il sogno di diventare attrice proprio come un tempo Giovanna. Ma a scombinare di nuovo le carte, un giorno arriva Leo, con la sua aria da James Dean e un passato che lo lega a quei luoghi, dove sta per produrre un film. E con i suoi modi affascinanti, si insinua pericolosamente nei pensieri di Flora… Ma perché Leo sembra sapere tante cose su di lei? Cosa si nasconde dietro il suo interesse per Flora? Può realmente fidarsi di quest’uomo così misterioso?

.

Domenica 17 febbraio dalle 9:30 alle 13:00 Introduzione al corsivo inglese.

Domenica 10 marzo dalle 10:00 alle 13:00 Esercizi al corsivo inglese.

Il movimento lento della mano e il respiro calmo, l’attenzione rivolta unicamente alle forme delle lettere, aiutano a rallentare anche i nostri pensieri ed inevitabilmente compiamo una forma di meditazione, mentre ci concentriamo ‘solo’ sulla bellezza del gesto di scrivere a mano con un pennino.

Laboratorio di calligrafia, introduzione al corsivo inglese
Domenica 17 febbraio dalle 9:30 alle 13:00
Nuovo appuntamento dedicato al corsivo inglese: gli strumenti, le regole di base, la composizione, la pratica.

Laboratorio di calligrafia, esercizi di corsivo inglese
Domenica 10 marzo dalle 10:00 alle 13:00
Corsivo inglese: esercizi di scrittura, approfondimento delle lettere maiuscole le prime di una frase, le più ricche di svolazzi…
Appuntamento dedicato esclusivamente a chi ha partecipato al corso di base del 25/11/2018 e del 17/02/2019

PER INFO, COSTI E PRENOTAZIONI
0699222257-scrittiemanoscritti@gmail.com

Tags: , , , , , , , , , , ,

Per ordini cumulativi si prega di contattarci per il totale